Categoria: Altri Eventi
Stato: Archiviata
18 - 19 maggio 2018

Officine orbitali, primo livello di espansione civile nello spazio

Istituto Nazionale di Astrofisica Radio Astronomia - Bologna

I sistemi di lancio interamente riutilizzabili, sviluppati da Space X, e la tecnologia “additive manufacturing” rendono oggi molto più vicina la prospettiva dello sviluppo industriale dell’orbita terrestre, sia tecnologicamente sia economicamente.

Vi sono attività industriali il cui ritorno di investimento è sicuro, vicino nel tempo, e che possono essere sviluppate al più presto: recupero e riutilizzo dei detriti spaziali; assemblaggio, collocazione e manutenzione di satelliti in orbita. Attività che abbasseranno i costi del processo di sviluppo spaziale, moltiplicando le opportunità di profitto.

Il nostro Paese può svolgere un ruolo determinante nella validazione delle tecnologie abilitanti, quali il trasporto orbitale a basso costo di passeggeri civili, la manovrabilità interorbitale, tecniche più morbide e sicure di rientro in atmosfera. L’Italia non si limiterà così a beneficiare marginalmente della ripresa economica, ma si porrà decisamente alla guida di un moderno Rinascimento, cinquecento anni dopo quello storico, che ebbe origine proprio in Italia.

Il congresso discuterà inoltre l’urgenza di un sistema di diritto spaziale, di cui l’Outer Space Treaty del 1967 e il Diritto Marittimo Internazionale possono costituire le fondamenta, e di come garantire la vita e la salute nello Spazio: protezione contro le radiazioni cosmiche, insediamenti spaziali dotati di gravità artificiale per rotazione pari a quella terrestre, ecosistemi artificiali, esogiardinaggio, eso-orticultura; e occuparci del clima spaziale, dell’ interfaccia tra la Terra ed il cosmo.

È possibile iscriversi in due modalità:
1) Iscrizione individuale
2) Iscrizione corporate, per aziende, organizzazioni o entità di ricerca
3) Sconto del 50% per gli studenti
Per maggiori informazioni