Categoria: Avvisi
Stato: Corrente
Deadline call for abstract 18 febbraio 2019

Ingegno e costruzione nell’epoca della complessità

Politecnico di Torino

La ‘figurabilità’ del progettista delle costruzioni deve oggi essere ritrovata nella personalità di un operatore interprete della complessità che porti a compimento il progetto anche attraverso un’attività intellettuale. La tipicità del suo operato risiede nel metodo e nell’ approccio all’azione che tale metodo presuppone, nella capacità, per esempio, di tradurre in tecnologia i più avanzati esiti della ricerca, integrandoli e interpretandoli nel contesto specifico: di qui il valore dell’individualità architettonica nell’Architettura Tecnica.

Le competenze scientifiche, corroborate dalla competenza tecnica nella gestione di supporti informativi e per l’elaborazione, si uniscono alla competenza speculativa interpretativa che agisce secondo modelli dinamici per la lettura diacronica e morfologica dell’evoluzione dei tessuti urbani, ovvero dei magisteri d’opera, ovvero dell’uso sapiente dei materiali. Di qui l’esigenza di riaffermazione del valore di centralità del progetto. Le singolari e personali attitudini del progettista e le sue capacità di intuizione sono necessarie e imprescindibili per rendere efficaci e produttivi i più innovativi strumenti di gestione e modellazione della realtà interpretata.

Il convegno intende porsi come luogo di riflessione ove far coesistere gli aspetti affrontati dalle discipline che concorrono a tali tematiche, declinati sia sotto il profilo teorico sia pratico, considerando le implicazioni speculative, ingegneristiche ed economiche, al fine di restituire un approccio coerente al tema, anche attraverso una corretta tutela, fruizione e valorizzazione del patrimonio costruito.

Colloqui.AT.e 2019 (Torino) si pone in continuità con le precedenti edizioni 2014 (Vico Equense), 2015 (Bologna), 2016 (Matera), 2017 (Ancona), 2018 (Cagliari) anche nell’intento di delineare l’orizzonte tematico della ricerca associata al settore scientifico disciplinare ICAR/10 in relazione sia con gli ambiti di pertinenza della disciplina, sia con le istanze oggi poste dalla società, in termini di bisogni, di valorizzazione delle risorse e di dinamiche di sviluppo associate all’innovazione tecnica.

Topics
A_CONSTRUCTION HISTORY AND PRESERVATION A1. Storia, memoria e conoscenza del costruito a scala territoriale, urbana e di edificio A2. Caratterizzazione tecnica e prestazionale dei materiali per la costruzione A3. Diagnostica per sistemi, sub-sistemi e componenti edilizi A4. Gestione e valorizzazione economica del processo edilizio A5. Recupero, riqualificazione, rigenerazione e agopuntura urbana
B_CONSTRUCTION AND BUILDING PERFORMANCE B1. Archivi del futuro: gestione delle informazioni e Big Data B2. Efficienza dell’edificio e comportamento degli utenti (User-Centered Design) B3. Smart building: automazione, digitalizzazione e sicurezza B4. Smart city: nuove tecnologie per la città
C_DESIGN AND BUILDING TECHNOLOGIES C1. Luce e individualità architettonica C2. Umanizzazione degli spazi della cura, del lavoro e dell’abitare C3. Universal design e inclusione sociale C4. Connotazione dei luoghi ai margini della città: il coraggio di demolire per riprogettare le periferie