Categoria: Call e bandi
Stato: Corrente
Scadenza: 6 settembre 2020

Notte Europea dei Ricercatori 2020. Aperta la call per partecipare

Venerdí 27 novembre 2020 torna, contemporaneamente in tutta Europa, la Notte Europea dei Ricercatori.
Torino accoglie con particolare gioia il ritorno in città dell’evento europeo, con Sharper - SHAring Researchers’ Passion for Evolving Responsibilities, progetto nazionale che ha superato la selezione e sarà quindi finanziato dalla Commissione Europea all’interno del Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione HORIZON 2020.

Quest’anno lo slittamento di data deciso dalla Commissione Europea, la situazione straordinaria che stiamo vivendo e le incognite sui prossimi mesi ci impongono di ripensare completamente la Notte, che sarà costituita da un mix di format digitali ed eventi dal vivo al momento in fase di progettazione.

Immaginiamo una nuova Notte! Partecipa alla call entro il 6 settembre 2020!
Rispondere alla call for proposal è come sempre essenziale per partecipare all’evento. A differenza degli anni passati tuttavia si tratta di un passaggio intermedio: in questa fase sono richieste solo le informazioni essenziali che aiutino gli organizzatori a individuare temi, ambiti di ricerca e tipologia di attività (rimandando a un secondo momento la raccolta degli altri dati/contenuti).
La call rappresenta una ricognizione delle proposte di ricercatrici, ricercatori ed Enti del territorio: sarà possibile candidare attività per entrambe le dimensioni (offline e online), che saranno poi incrociate con i format progettati dal gruppo di lavoro dell’evento per disegnare il palinsesto definitivo. Questo consentirà di costruire un palinsesto vario indipendentemente dalla situazione che affronteremo a novembre.

Per rispondere alla call è necessario compilare il form entro il 6 settembre 2020 a questo link:


I temi
La XV edizione dell’evento è dedicata agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030.
Inoltre Torino, ispirandosi all'aspettativa della società - inevitabilmente disattesa - di ricevere dalla scienza risposte immediate, totali e risolutive all’emergenza COVID-19, invita ricercatrici e ricercatori a cogliere l’opportunità della Notte per raccontare come l'incedere per passi incerti sia proprio della ricerca e come da questo modo di procedere derivi la grande forza della conoscenza scientifica.

I pre-eventi
Da settembre partirà il programma di avvicinamento alla Notte in cui potranno essere inseriti gli eventi (online e dal vivo) organizzati dagli Atenei o dagli Enti del territorio che vorranno aderire.
Per contribuire al programma, occorre segnalare il proprio evento entro il 31 luglio 2020 scrivendo a notte.ricercatori@polito.it


Sia i pre-eventi sia le proposte per la Notte dovranno necessariamente essere attinenti ai temi dell’evento e rispecchiarne l’apertura alla cittadinanza (o a segmenti specifici).
La Notte Europea dei Ricercatori 2020 a Torino é organizzata da Università e Politecnico e hanno già confermato la propria partecipazione Università di Scienze Gastronomiche, INFN, INAF, CNR- IPSP e INRIM, il Museo Egizio, la Città di Torino con il sistema culturale cittadino (musei, biblioteche e scuole), la Compagnia di San Paolo con il Sistema Scienza Piemonte e la Città Metropolitana di Torino con Europe Direct.
L’evento fa parte del progetto SHARPER, coordinato dalla società di comunicazione della scienza Psiquadro e classificato tra le eccellenze con il massimo del punteggio tra i 100 progetti presentati da tutta Europa. Il progetto include 12 città italiane: Ancona, Cagliari, Catania, L’Aquila, Macerata, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia, Terni, Torino e Trieste.