7 novembre 2014

Nuovi modelli di sviluppo per il sistema manifatturiero in Europa

Anticipare il cambiamento per rinnovare la competitività del settore manifatturiero italiano e non solo. E’ una sfida che non coinvolge solo le grandi aziende ma soprattutto le PMI che potranno continuare a promuovere i prodotti di qualità del “Made in Italy” solo se sapranno cogliere il mutamento e rinnovarsi dal punto di vista tecnologico e organizzativo. I nuovi modelli di organizzare il lavoro richiedono ricerca, innovazione e soprattutto formazione, ed i primi di essi sono già presenti in Piemonte ed in Italia.

E’ in sintesi quanto emerge  dai risultati della ricerca del Politecnico di Torino e del Politecnico di Milano relativa alle innovazioni organizzative negli stabilimenti italiani a partire dal gruppo Fiat Chrysler Automobiles.

Nel corso del convegno saranno presentati i risultati della ricerca e saranno messi a confronto con le pratiche in atto in alcune grandi imprese manifatturiere italiane ed europee con lo scopo di sollecitare in particolare il sistema socio-economico piemontese - che vanta una lunga tradizione nel settore manifatturiero - a riflettere e confrontarsi sugli investimenti in innovazione e in capitale umano necessari per compiere un salto di paradigma.

La sessione pomeridiana affronterà il tema strategico di come l’Università e il sistema della Ricerca e della Formazione possa supportare e favorire la transizione verso i nuovi sistemi di produzione, contribuendo a creare le condizioni per la loro diffusione su ampia scala.

Programma

Pubblicato il: 07/11/2014