Emergenza energetica e climatica

Nel quadro della situazione internazionale di emergenza climatica ed energetica, l’Ateneo ha deciso di mettere in campo alcune iniziative per dare un contributo al contenimento delle importazioni di gas naturale e, più in generale, fronteggiare la condizione di crescente instabilità internazionale e di incremento dei prezzi dell’energia.

Queste le azioni immediate di contenimento dei consumi dell’Ateneo che sono già in corso di attuazione: 

  • riduzione di 1°C delle temperature impostate nella regolazione dei sistemi di riscaldamento 
  • spegnimento di tutti gli scaldacqua per l’acqua calda sanitaria nei servizi igienici, ad eccezione di docce e lavabi a servizio di spogliatoi e laboratori 
  • riduzione della refrigerazione negli erogatori di acqua (ove possibile)

Attraverso queste azioni, nel secondo trimestre 2022, i risparmi di energia attesi sono quantificabili nel 2% dell’energia termica e circa l’1% dell’energia elettrica. 

Per concretizzare e incrementare ulteriormente questo primo risultato è necessario anche il coinvolgimento e l’impegno di tutta la comunità dell'Ateneo

Vi invitiamo quindi anche ad agire sulla regolazione dei vostri terminali di riscaldamento (ventilconvettori) come spiegato nell'immagine qui sotto:

Vi chiediamo inoltre a porre particolare attenzione ad evitare consumi elettrici superflui, spegnendo l’illuminazione dei locali e le apparecchiature elettriche quando non necessarie a fine orario di lavoro.