Categoria: Altri Eventi
Stato: Archiviata
24 gennaio 2022 - ore 14,00

Strategie di recupero e valorizzazione dei by-products agroalimentari: aspetti compositivi, nutrizionali e tecnologici

Sulla piattaforma Google Meet

INRiM organizza un ciclo di Seminari aperti a tutto il personale scientifico e della ricerca. I relatori sono ricercatori ed esperti di settore chiamati su invito.

Il sesto seminario si terrà lunedì 24 Gennaio 2022 dalle ore 14,00 alle 15,00 sulla piattaforma GoogleMeet al seguente link.

Il relatore sarà Giuseppe Zeppa (Università degli Studi di Torino) che parlerà di “Strategie di recupero e valorizzazione dei by-products agroalimentari: aspetti compositivi, nutrizionali e tecnologici”.

Abstract:
Nell’Unione Europea vengono prodotti annualmente circa 3000 milioni di tonnellate di rifiuti organici e di questi ben il 10% provengono dall’industria alimentare. Questi valori, nonostante le raccomandazioni dell’Unione Europea, continuano a subire incrementi e lo smaltimento di questi materiali rappresenta un costo aggiuntivo per le industrie alimentari.

Questi scarti sono intrinsecamente pericolosi poiché rappresentano un potenziale inquinante ambientale. Il loro elevato contenuto in sostanza organica può infatti risultare dannoso per flora e fauna qualora vengano dispersi nell’ambiente come concimi naturali. Lo smaltimento di questi residui risulta quindi un costo aggiuntivo per le industrie alimentari, le quali sono obbligate a smaltire correttamente i propri rifiuti secondo quanto previsto dalla normativa europea ed italiana in materia.

A motivo di ciò l’ottimizzazione di processo/prodotto, finalizzata da un lato alla riduzione degli scarti di lavorazione e dall’altro al possibile recupero e valorizzazione degli scarti medesimi, interessa e impegna sempre più la ricerca in ambito tecnologico-alimentare. Sono stati realizzati notevoli progressi rispetto all’impiego dei sottoprodotti nel settore dei biocombustibili, della mangimistica e dei concimi organici, ma attualmente si sta sviluppando un nuovo filone di ricerca che tende a valorizzarli maggiormente proponendone l’impiego quali possibili ingredienti funzionali per novel foods.

Il mondo dei vegetali infatti è ricchissimo di composti bioattivi quali polifenoli, fibre, carotenoidi, sali minerali, oligopeptidi e vitamine in grado di esercitare un’azione benefica per l’organismo. I sottoprodotti, che rappresentano un problema per le industrie di trasformazione in conseguenza del loro smaltimento, potrebbero quindi rappresentare una preziosa fonte di composti da utilizzarsi per le loro proprietà tecnologiche o nutrizionali.

Lo scopo del seminario è quindi quello di esaminare quanto si è fatto sinora in termini di caratterizzazione dei by-products di origine vegetale e di sviluppo di processi volti al loro recupero nel comparto alimentare.